Posts Tagged ‘cars’

AstonMartin_DB5_007JB

A sacred object for every serious fan of the most famous British spy ever: the Aston Martin DB5 first appeared in Goldfinger movie in 1964. The DB5 is the James Bond car that rivals (but not on equal terms) the “submarine” Lotus Esprit.
The English manufacturer has started these days to build the 25 units for as many few elected able to spend 2.75 million pounds (taxes excluded) for an exact “not road legal” copy (including gadgets) of the fantastic car used by 007 and consecrated to legend. Aston Martin promises that all newly-built cars will be authentic reproductions of the car seen on screen this also means all 25 examples will be finished in Silver Birch paint, just like the original movie car. First deliveries are scheduled for 2021.

AstonMartin_DB5_Goldfinger-Continuation-2

Un oggetto sacro per ogni serio fan della spia britannica più famosa di sempre: la Aston Martin DB5 apparsa la prima volta nel film Goldfinger nel 1964. La DB5 è l’auto di James Bond che rivaleggia (ma non ad armi pari) con la Lotus Esprit sottomarino.
La casa inglese ha iniziato in questi giorni a costruire i 25 esemplari per altrettanti pochi eletti in grado di spendere 2,75 milioni di sterline (tasse escluse) per una copia esatta (inclusi gadget) non omologata per l’uso in strada della fantastica vettura usata da 007 e consacrata alla leggenda. Aston Martin promette che tutte le auto di nuova costruzione saranno autentiche riproduzioni dell’auto vista sullo schermo, il che significa anche che tutti i 25 esemplari saranno rifiniti con vernice Silver Birch, proprio come l’auto originale del film. Le prime consegne sono previste per il 2021.

DB5-Continuation

Miura_replica_JP

In 2015 at the Tokyo Auto Salon was unveiled this gorgeous Lamborghini Miura replica based on a Mazda MX-5. Yes, You’ve read right, a Mazda Miata inside! The Roadster Garage based in Aichi (Japan) used the frame from the ultra reliable roadster to build this replica with this faithful bodywork made of fiberglass. If the look is incredibly close to the real car we can’t say the same thing about the mechanical part, in fact the car has a front mounted (and swapped) V8 and a fake FRP molded V12 engine in the back. The final result is stunning and the overall effect is breathtaking. At the moment this car seems to be a one-off but it has a regular japanese homologation and registration. It deserves to be published for the great job done and the fact that replicas of the Miura are very rare, almost like the original car. For more info visit the Roadster Garage Associates Inc. web page. (they’re also famous for very well done Toyota 2000gt replicas)

Miura_replica_Miata

Roadster_garage_Miura

Nel 2015 al Salone dell’Auto di Tokyo è stata presentata questa splendida replica della Lamborghini Miura basata su una Mazda MX-5. Sì, avete letto bene, c’è sotto una Mazda Miata! Il Roadster Garage con sede ad Aichi (in Giappone) ha utilizzato il telaio della ultra affidabile roadster per costruire questa replica con questa fedele carrozzeria in vetroresina. Se l’aspetto è incredibilmente vicino alla macchina vera, non possiamo dire la stessa cosa della parte meccanica, infatti l’auto ha un V8 (scambiato col 4 cilindri) montato anteriormente e un finto motore V12 modellato in FRP nella parte posteriore. Il risultato finale è sorprendente e l’effetto complessivo è mozzafiato. Al momento questa vettura sembra essere una “one-off” ma ha omologazione e immatricolazione giapponesi regolari. Merita di essere pubblicata per l’ottimo lavoro svolto e per il fatto che le repliche della Miura sono molto rare, quasi come l’auto originale. Per maggiori informazioni visitate la pagina web del Roadster Garage Associates Inc. (sono anche famosi per repliche molto ben fatte della Toyota 2000gt)

Miura_replica_Miata_Jp

Miura_replica_LS3

Replica of the coolest Lambo built from 1966 to 1973, this car was originally done by V8 Archie (known for his Fiero V8 conversions) about 12 years ago, starting with a fiberglass Miura body made in the U.K. by Parallel Designs, at V8 Archie they custom-built a dash, console, and overhead console; modified a set of aftermarket bucket seats; and scratch-built Miura-style inner door panels. The car was originally finished in a nice blue metallic paint scheme. As the donor car was a Pontiac Fiero the orginal engine was removed (in line 4 or V6 would be poor substitute for the Miura’s V12) and replaced by a Corvette LS3 V8 engine with 435 HP mated to a GM transverse five-speed gearbox. The chassis was also lengthened and the suspension upgraded to handle the power. Archie and his technicians were also able to modify and create an air-conditioning system in the car. In 2016 the car was bought and sent to Simpson Design of Clinton (Washington) for some rework and upgrade such as scratch-built new seats with a more original style and new wheels reproduction with the original design (by Chris Coddington).  –  (info and pics from REINCARNATION magazine)

Miura_replica_engineLS3

Miura_replica_interior

Replica della più bella Lambo costruita dal 1966 al 1973, questa vettura è stata originariamente realizzata da V8 Archie (famoso per le sue Fiero convertite V8) circa 12 anni fa, a partire da una carrozzeria Miura in vetroresina realizzata nel Regno Unito dalla Parallel Designs. Presso V8 Archie sono stati fatti su misura cruscotto, console centrale e console del tettuccio; sedili avvolgenti modificando una serie aftermarket; e pannelli porta creati su disegno. L’auto era originariamente finita con una bella verniciatura blu metallizzato. Dal momento che l’automobile di partenza era una Pontiac Fiero, il motore originale fu rimosso (il 4 in linea o il V6 sarebbero stati pessimi sostituti del V12 della Miura) e rimpiazzato da un motore V8 LS3 della Corvette con 435 CV accoppiato a un cambio a cinque marce GM. Anche il telaio è stato allungato e le sospensioni potenziate per gestire la potenza. Archie e i suoi tecnici sono stati anche in grado di modificare e creare un sistema di aria condizionata sulla macchina. Nel 2016 l’auto è stata acquistata e inviata alla Simpson Design di Clinton (Washington – USA) per alcune sistemazioni e aggiornamenti, come i nuovi sedili ridisegnati da zero con uno stile più originale e cerchi in lega che riproducono il design originale (copiati da un orginale da Chris Coddington).  –  (info e foto da REINCARNATION magazine)

Miura_replica_back

Aestec_gts_vs_904

The german company Aestec had the extraordinary intuition to celebrate and take back a legendary race car: the Porsche 904 (Carrera GTS) from the 60s. The project to make a modern 904 started with the idea to keep the shape of the original and update it with modern technologies, comfort and modern GT dimensions in order to allow all kind of people to sit inside (the original 904 was a very compact and light car), so the Aestec GTS was born. Each car is bespoke to the driver’s requirements. The Porsche 986 (Boxter mk1) was chosen as the starting point for the car with its mid-engine layout (like the 904). So the Aestec GTS is the modern reincarnation of a great Porsche and a true race car.

AESTEC_gts_side

La ditta tedesca Aestec ha avuto la straordinaria intuizione di celebrare e riprendere una leggendaria macchina da corsa: la Porsche 904 (Carrera GTS) degli anni ’60. Il progetto per creare una 904 moderna è iniziato con l’idea di mantenere la forma dell’originale e aggiornarla con tecnologie moderne, comfort e dimensioni da GT attuale per consentire a tutti i tipi di persone di salire a bordo (la 904 originale infatti era un’auto molto compatta e leggera), ecco come è nata la Aestec GTS. Ogni auto è creata su misura per le esigenze del conducente. La Porsche 986 (Boxster prima generazione) è stata scelta come punto di partenza per l’auto con la sua configurazione a motore centrale (come la 904). La Aestec GTS è quindi la reincarnazione moderna di una grande Porsche e di una vera auto da competizione.

AESTEC_gts_back

AESTEC_gts_front

P77_blog_evcars

As a car lover I cannot overlook what seems to many of us to be one of the possible developments in automotive world: the electric car. Certainly rumble and smell are “sentimental” components which appear indispensable to many of us but it is equally certain that it cannot last forever. On P77 – p-77.net I write about electric cars (and motorcycles) and technologies that could help the environment.


Come amante delle auto non posso trascurare quella che pare per molti una delle possibili evoluzioni del settore: l’automobile elettrica. Sicuramente rumore e odore sono componenti “sentimentali” che per molti appaiono irrinunciabili ma è altrettanto certo che non potrà durare in eterno. Su P77 – p-77.net scrivo di auto (e moto) elettriche e di tecnologie che potrebbero aiutare l’ambiente.

jhc_Dino replicaLooks like a Ferrari Dino but it’s just a Toyota MR2 mk2. This very nice car is the result of the hard job at JH Classics, where they made a kit (called DGT 204 GTB or GTS) that gives the classic Ferrari look to the affordable, reliable and sporty Toyota MR2 mk2 without altering its structural integrity or fundamental design, they reclad the body, enhance the interior and produce a clever replica of one of the World’s most famous and loved supercars. As they say in their website “The overall look of these cars is not dissimilar to the originals, but to those who have never seen an original, the effect is very convincing, the justification to the owner rewarding and the fun exceptional.” If you want to know more vist: www.jhclassics.com

Sembra una Ferrari Dino ma è “solo” una Toyota MR2. Questa bella vettura è il frutto del duro lavoro fatto alla JH Classics, dove hanno ricreato un kit (denominato DGT 204 GTB o GTS) che dona un look Ferrari alla brillante ed economica sportiva giaponese senza intaccarne l’integrità strutturale. Viene sotituita la carrozzeria e ritoccato l’interno per produrre una simpatica replica di una delle più famose e amate sportive. Come dicono nel sito “l’effetto complessivo non è molto diverso da quella vera, ma per chi non ha visto l’originale è tutto molto convincente, lo scopo è l’appagamento di chi la possiede è il divertimento eccezionale”. Se volte saperne di più vistate: www.jhclassics.com


JHClassics_Dino 2